REPORT IL FATTORE UMANO 2019

Un’analisi approfondita delle modalità utilizzate dagli attacchi informatici per colpire le persone e i metodi per proteggers

I criminali informatici sfruttano le persone, non la tecnologia

I criminali informatici continuano a perfezionare tecniche volte a colpire le persone piuttosto che le infrastrutture, con attacchi che si basano più sull'interazione umana e meno su exploit automatizzati.

Sulla base dei dati raccolti dalla nostra base mondiale di clienti e dall'analisi di oltre 1 miliardo di messaggi al giorno, abbiamo scoperto che

  • Le persone più attaccate o Very Attacked People™ (VAP) solitamente non sono VIP. Le persone più attaccate sono spesso  identità facilmente individuabili o "bersagli di opportunità".
  • Il social engineering è pervasivo: campagne dilaganti di ricatti sessuali, violazione delle email aziendali (BEC), phishing delle credenziali o altri attacchi che fanno leva sulla natura umana e sull’errore umano.
  • Le frodi dei nomi di dominio giocano un ruolo fondamentale nel far apparire legittimi gli attacchi.

Scarica il nostro report per scoprire perché oltre il 99% degli attacchi che osserviamo richiede l'interazione umana per avere successo, portando così all’installazione di malware, frodi informatiche, divulgazione involontaria di dati e altro ancora.